Il Tribunale di Perugia condanna Sarenco e Mascelloni per diffamazione Stampa

NOTIZIA IMPORTANTE

l'artista Isaia Mabellini (Sarenco) e il critico d'arte Enrico Mascelloni, insieme ad un artista umbro Graziano Marini e a Andrea Pucci dell'ADN-Cronos, sono stati condannati dal Tribunale Penale di Perugia per aver diffamato e ingiuriato il Dr. Cesare Pippi curatore della mostra su George Lilanga nel 2007 a Perugia ("George Lilanga. Colori d'Africa"). Il Giudice li ha condannati a una multa, al pagamento delle spese processuali e al risarcimento dei danni nei confronti del Dr. Cesare Pippi (da valutare in sede civile), con una provvisionale immediatamente esecutiva di euro 10.000,00.
Segue il dispositivo della sentenza.

 
TRIBUNALE ORDINARIO DI PERUGIA - SEZIONE PENALE DIBATTIMENTALE 
DISPOSITIVO DI SENTENZA - (artt. 544 e segg. c.p.p.)
REPUBBLICA ITALIANA - IN NOME DEL POPOLO ITALIANO 
 

Il Tribunale in composizione monocromatica, in persona del dott. Valerio d'Andria;

alla pubblica udienza del giorno 9 dicembre 2013 ha pronunziato e pubblicato mediante lettura del dispositivo la seguente

SENTENZA

Visti gli artt. 533 e 535 c.p.p., 62 bis, 69 c.p

DICHIARA 

Mabellini Isaia, Mascelloni Enrico e Marini Graziano responsabili del reato di diffamazione commesso in data 26.9.2007; Mabellini Isaia e Mascelloni Enrico responsabili del reato di diffamazione commesso in data 24.9.2007 nonché del reato di ingiuria e, unificati i reati ascritti al Mabellini e al Mascelloni sotto il vincolo della continuazione, e riconosciute le circostanze attenuanti generiche equivalenti alle contestate aggravanti,

CONDANNA

Mabellini Isaia e Mascelloni Enrico alla pena di euro 1.000,00 di multa e Marini Graziano alla pena di euro 500,00 di multa, nonché al pagamento delle spese processuali.

Visti gli artt. 533, 535 c.p.p., 62 bis e 69 c.p.;

DICHIARA 

Pucci Andrea responsabile del reato ascrittogli al capo b) e riconosciute le circostanze attenuanti generiche equivalenti alle contestate aggravanti, lo

CONDANNA

alla pena di euro 300,00  di multa, nonché al pagamento delle spese processuali.

Visti gli artt. 539, 539 e 541 c.p.p.;

CONDANNA

in solido tra loro gli imputati Mabellini Isaia, Marini Graziano, Mascelloni Enrico e Pucci Andrea al risarcimento dei danni in favore della parte civile Pippi Cesare, per la cui completa liquidazione rimette le parti dinanzi al competente giudice civile e al pagamento di una provvisionale immediatamente esecutiva che liquida in euro 10.000,00, nonché alla rifusione in suo favore delle spese processuali che si liquidano in euro 2.500,00, oltre le spese generali, Iva e Cpa.

Visto l'art. 530 c.p.p.;

ASSOLVE

Marini Graziano dal reato di diffamazione commesso in data 24.9.2007 e dal reato di ingiuria, per non aver commesso il fatto.

Visto l'art. 5444 c.p.p.

INDICA

in giorni sessanta il termine per il deposito della motivazione.

Perugia, li 9 dicembre 2013             Il Giudice               Valerio d'Andria